Macchine agricole

MACCHINE AGRICOLE

CERTIFICATO DI RILEVANZA STORICA, CERTIFICATO D’IDENTITÁ E CARTA DI STORICITÁ PER TRATTORI.

ASI è riuscita a far recepire al legislatore la valenza storico-culturale dei veicoli agricoli e a farli inserire tra quelli classificabili come veicoli di interesse storico e collezionistico modificando l’ Art. 60 del Codice della Strada. Tale articolo include ora anche le Macchine Agricole dando la possibilità di classificarle come veicoli atipici dopo che hanno maturato i quaranta anni di età.

CERTIFICATO di RILEVANZA STORICA

Documento che attesta la data di costruzione, la marca, il modello e le caratteristiche tecniche del veicolo, con specifica indicazione di tutte quelle utili per la verifica dell’idoneità alla circolazione, la sussistenza ed elencazione delle originarie caratteristiche di fabbricazione, nonché specifica indicazione di quelle modificate o sostituite. La richiesta del CRS per la circolazione e revisione periodica verrà fatta compilando la modulistica predisposta, il tecnico di club procederà all’identificazione del veicolo e redigerà una relazione che, unitamente alla domanda, alle fotografie, all’autocertificazione sulla proprietà e sull’uso non professionale del veicolo, alla fotocopia del documento di identità e alla fotocopia del libretto di circolazione, verrà consegnata al club per l’inoltro alla Segreteria Generale ASI. La richiesta del CRS per la riammissione in circolazione segue la stessa procedura del punto precedente, in più vanno allegati: una dichiarazione rilasciata da un’impresa di riparazioni riconosciuta, intervenuta nei lavori di recupero e/o ripristino e/o manutenzione e/o verifica del veicolo attestante il tipo di lavori eseguiti e la esecuzione degli stessi a regola d’arte firmata dal rappresentante legale su apposito modulo, una dichiarazione sostitutiva di atto notorio resa dal richiedente del certificato relativa allo stato di corretta conservazione del veicolo, con eventuale riferimento al numero di anni trascorsi dalla dismissione del veicolo.

CERTIFICATO D’IDENTITÁ (Omologazione)

Documento di riconoscimento riguardante veicoli costruiti per questa categoria, purché dotati di:

  • carrozzeria, telaistica e/o allestimento conforme all’originale o rispondenti a caratteristiche analoghe;
  • motore originale o tecnicamente compatibile (da valutare di volta in volta a discrezione dei commissari e del comitato di Presidenza della CNMA&I);

Esso contiene la fotografia, la datazione, gli estremi identificativi, la descrizione dello stato di conservazione (preservazione) o dell’eventuale avvenuto restauro e ripristino, la classificazione, la
catalogazione nonché l’annotazione delle eventuali difformità dallo stato d’origine riscontrate o le modifiche “di lavoro” storicizzabili e, se necessario, la sintesi della storia del veicolo.
Solo per le classificazioni A e B viene concessa in uso al tesserato, unitamente al Certificato cartaceo, anche una “targa metallica” corrispondente al documento; per le restanti classificazioni C D E viene concesso solo il certificato.
Il veicolo viene esaminato in sede di verifica dai Commissari Tecnici Nazionali.

CARTA ASI DI STORICITÁ

Documento attestante la data di costruzione e l’importanza storica del veicolo contraddistinto con numero di telaio in esso indicato, anche se non immatricolato, viene rilasciato a tutte le macchine Agricole e Industriali, e riguarda quei mezzi che non siano immediatamente “presentabili” per la richiesta del CRS, ma essendo meritevoli di essere preservate per importanza storica e culturale, saranno successivamente presentate per la certificazione con il CRS. Il Tecnico di Club procederà all’identificazione del veicolo e redigerà una relazione che, unitamente alla domanda e alle fotografie, all’autocertificazione sulla proprietà e sull’uso non professionale del veicolo, alla fotocopia del documento d’identità e alla fotocopia del libretto di circolazione se presente, verrà consegnato al club per l’inoltro alla segreteria generale ASI.

Per richiedere il CRS o CST:
Il trattore devono essere in perfette condizioni di carrozzeria e interni e rispettare l’originalità.
Si può iscrivere solo il proprietario del mezzo.
Se il veicolo è intestato ad una ditta si può iscrivere sia la ditta sia il legale rappresentante bisogna sempre presentare la visura camerale.

COSTI:

  • richiesta certificato di rilevanza storica o di storicità € 20
  • richiesta certificato identità € 50
Per le società iscritte cambiano i costi a seconda del lavoro svolto:
  • la società che svolge attività commerciali legate ai veicoli di interesse storico (es:carrozzeria, ecc…) trattandosi di operatore commerciale deve pagare € 50 il certificato di storicità, mentre deve pagare € 100 il certificato di identità.
  • la società che non svolge attività commerciali legate ai veicoli di interesse storico (es. una società che produce porte blindate, ecc…) viene considerata come “privato” e quindi deve pagare € 20 il certificato di storicità, mentre deve pagare € 50 il certificato di identità.
  • le associazioni invece vengono considerate come se fossero “un privato” a richiedere il servizio e quindi il costo è di € 20 il certificato di storicità, mentre deve pagare € 50 il certificato di identità.

DOCUMENTI RICHIESTI

Libretto di circolazione, certificato di proprietà (CDP), foto sotto elencate in base al documento da richiedere, carta d’identità e codice fiscale di chi si fa socio e dell’intestatario del veicolo, solo per le ditte la visura camerale.

FOTO PER CERTIFICATO DI RILEVANZA STORICO:
In formato 10x15
FOTO E DOCUMENTO PER CERTIFICATO D’IDENTITÁ:
Compilare i documenti qui allegati con le relative foto e campioni